You are currently viewing Biografia di un grande artista di Rovereto

Biografia di un grande artista di Rovereto

  • Categoria dell'articolo:Recensioni
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Il-gatto-di-Depero

Biografia-di-Fortunato-Depero

La rivista Arte Trentina dedica un lungo articolo alla biografia “Il gatto di Depero“. Una bella recensione firmata da Annamaria Targher. Si può trovare in edicola sul numero 7 della rivista che si occupa di arte e personaggi del mondo trentino, ma non solo! Fortunato Depero nato a Fondo in valle di Non è vissuto nella splendida cittadina di Rovereto dove ha aperto a tutti la sua prima casa d’arte.  Oggi nella stessa via si può visitare un museo dedicato proprio a Depero.

Artista versatile, poliedrico, geniale, ingiustamente censurato, è difficile trovare una definizione singola per Fortunato Depero. Nel corso della sua incredibile carriera è riuscito a portare l’arte oltre la tela.  Depero è stato capace di esprimerla negli oggetti di uso comune, ma anche su palcoscenici teatrali. Ha cambiato le regole della pubblicità, portando l’arte nei cartelloni, lungo le strade e nelle pareti gli edifici. E’ riuscito a trasformare  piccoli oggetti di uso comune come una bottiglia o una penna in capolavori d’arte. Ha dettato legge nel campo della pubblicità spiazzando persino gli americani. E’ stato l’inventore dell’arte povera!

Nel romanzo “Il gatto di Depero” la biografia di Depero viene raccontata da un testimone unico! Un uomo realmente vissuto: Mario Luigi Nicoluzzi, che per anni ha lavorato al tornio nella sua piccola bottega artigiana, a due passi dalla casa d’arte di Fortunato Depero. Mario ha lavorato con Fortunato Depero nella realizzazione di opere importanti, come per esempio quella citata nel romanzo: un gatto speciale!

Un bozzetto disegnato da Fortunato Depero nei primi anni del Novecento che raffigurava un gatto con le rotelle. Sì, proprio un gatto è il fulcro di questa originale biografia d’artista.

Lascia un commento