La vita di Hector, un modesto giardiniere, viene stravolta dall’improvvisa scomparsa del suo datore di lavoro, il proprietario di una facoltosa cantina di vini, al quale ha dedicato l’intera esistenza. 

L’incontro inaspettato con Daniela Cimoneri, una nota fotografa in crisi di identità, cambia la rotta del destino di entrambi quando si trovano, non senza ostacoli e divergenze di opinione, uniti nella costruzione di un luogo speciale, un giardino che grazie a loro diventerà un’attrazione mondiale. 

Purtroppo però c’è qualcuno che vuole mettere le mani su quel giardino, perché nel suo terreno nasconde qualcosa di unico e speciale. Mentre Hector e Daniela scoprono di cosa si tratta, devono escogitare una soluzione per impedire che il giardino da luogo di meraviglia naturale diventi oggetto di sfrenata cupidigia e distruzione. 

“Le radici del muschio” è un romanzo che fa riflettere sull’essenza dell’uomo e dei capricci del destino. Grazie a una narrazione fresca e originale, gli ideali e la realtà acquistano il giusto ritmo attraverso i personaggi di Hector e Daniela, due eroi contemporanei, un uomo e una donna che trovano il punto d’incontro nella battaglia comune per difendere ciò che hanno costruito con le loro mani.